cartina

IL TERRITORIO

La zona di produzione del “Carciofo Mazzaferrata” comprende, principalmente, il comune di Cupello, dove è localizzata la maggior parte della coltivazione ed in parte i comuni limitrofi di Furci, Lentella, Monteodorisio, San Salvo e Vasto, limitatamente alle zone di confine dove il carciofo si coltiva anche in appezzamenti di modeste dimensioni e negli orti familiari.

IL BORGO DI CUPELLO

Posto tra le valli del Trigno e del Sinello, a pochissimi km dal mare, vanta una posizione geograficamente felice che ne ha fatto uno snodo chiave di collegamento fra la costa e le zone dell’entroterra Vastese.

In seguito al terremoto del 1456, il centro abitato di Cupello fu ricostruito e ripopolato alla fine del XV secolo dai Marchesi d’Avalos, che vi stabilirono una colonia di Schiavoni, popoli slavi cacciati dalle loro terre dai pirati Turchi e approdati sulla riva adriatica tra il XV e il XVI secolo.

Nel centro storico, insieme ai vicoli stretti, alle piazzette e ai cosiddetti “brancatelli”, le scale di accesso delle case contadine, si possono ammirare le forme sobrie e classicheggianti dei palazzi Boschetti e Marchione, da cui si gode un’incantevole vista sull’ampio golfo di Vasto, con le isole Tremiti, il promontorio della Maiella e infine il Gargano. Poco distante dal Municipio vi è la Chiesa della Natività di Maria Santissima, con il bel portale in pietra scolpita, opera di maestri molisani del XVIII secolo.